Valutazione diamanti secondo le scale internazionali

di |

Grazie alla serietà di veri professionisti come quelli che lavorano presso il Banco Diamanti Roma, non sarà difficile ottenere una precisa valutazione del proprio diamante, così come decidere di venderlo o acquistarlo.

Il valore dei diamanti

Colore, taglio, caratura e purezza. Si dice che siano le 4 C perché in lingua inglese questi termini corrispondono a: colour, cut, carat e clarity.
Queste particolarità rappresentano le caratteristiche principali che devono possedere i diamanti e sono fondamentali per riconoscerne il pregio; è necessario che si valutino attraverso questi parametri, così che si determini il loro prezzo di vendita.

Le quattro caratteristiche dei diamanti

Il colore è quello che attira di più e a prima vista, perché è quello che nota per primo anche un occhio non particolarmente esperto in materia.

Il colore è fondamentale per determinare quindi il prezzo del diamante.
Si può affermare con certezza che più bianco è il diamante e più è pregiato.
In che modo si può valutare questa caratteristica?

Il colore viene stabilito paragonandolo ad altri diamanti campione;
si prendono come lettere di riferimento quelle che vanno dalla D alla Z.
La lettera D è quella più bianca e cioè incolore, mentre la Z è quella che tende di più al giallo, perciò è la meno pregiata anche se non così gialla da essere tra quelle chiamate fancy.

Il taglio è anche esso di fondamentale importanza, perché determina la forma che il diamante avrà e la disposizione delle sue faccette stabilisce una certa proporzione. Il ruolo che il tagliatore del diamante ha, sarà fondamentale per conferire più brillantezza allo stesso prezioso.

Il peso del diamante è espresso in carati ed un carato equivale a 0,2 grammi.

La purezza del diamante consiste nel valutare la presenza di impurità nella pietra per il tramite di una lente di 10 ingrandimenti.

Come si valuta un diamante?

Oltre a prendere in considerazione queste caratteristiche, per capire come si valuta un diamante e la sua quotazione, è fondamentale che si utilizzino sia le tabelle sia i listini che sono pubblicati periodicamente.
Il più importante è il listino Rapaport, che viene pubblicato ogni settimana e calcolato in base alla media degli scambi che avvengono tra i mercati mondiali.
Oltre a riportare sul certificato le caratteristiche dei diamanti, sopra prescritte, si valuta anche la loro fluorescenza: assente è un valore positivo, presente è un valore negativo.
Per valutarne il valore, quindi, oltre alle 4C e alla fluorescenza, si aggiunge anche dove il diamante si trova incastonato e la valutazione che è stata fatta dal laboratorio gemmologico che ha rilasciato il certificato.

Il gemmologo

La figura del gemmologo, infatti, è di fondamentale importanza per chi lavora nel settore dei diamanti.
I professionisti di Banco Diamanti, con sede a Roma, sono altamente specializzati avendo svolto una formazione specifica presso i migliori istituti gemmologici del mondo, quali:
Istituto gemmologico internazionale, Alto consiglio del diamante e Istituto gemmologico americano. Tra la squadra di professionisti ci sono anche gli esperti del tribunale.

I gemmologi, per effettuare una valutazione del diamante, svolgono 3 passi fondamentali: analisi previa, analisi approfondita e proposta.
♦L’analisi previa è quella che valuta l’autenticità del diamante, se questo abbia già una certificazione, se sia danneggiato e quanto pesi.
♦L’analisi approfondita consiste nel controllare le proporzioni del diamante, l’eventuale fluorescenza e il taglio.
♦La proposta è invece quella che il gemmologo fa al potenziale acquirente.

La certificazione dei diamanti

Sia chi vuole acquistare, sia chi vuole vendere, deve avere necessariamente una certificazione che sia in grado di stabilire in modo serio quale sia il valore dei preziosi. La certificazione dei diamanti è quindi fondamentale perchè è un documento che li identifica; ha una validità tra i 5 e i 10 anni. Ogni certificato ha un numero, una data ed è archiviato elettronicamente in appositi database. Questo numero è inciso con il laser e sempre visibile se osservato al microscopio.

Presso la sede del Banco Diamanti di Roma, che è membro della piattaforma Rapnet, la quale si occupa del listino dei diamanti, si potrà avere la stessa offerta proposta dalle principali borse dei diamanti, per esempio quella di Anversa o quella di Telaviv.

I professionisti di Banco Diamanti, si occupano, presso la sede di Roma, di valutare diamanti usati, sia certificati, sia senza certificazione; grazie ai professionisti, sono in grado di valutare, all’istante e in modo gratuito, il valore dei preziosi; se invece avete necessità di una certificazione che abbia validità internazionale, potrete farlo per il loro tramite, pagando la consulenza esterna e in un secondo momento saranno in grado di farvi l’offerta.

Con gli specialisti del Banco Diamanti, avrete fin da subito, la certezza di lavorare con dei professionisti del settore e sia comprare sia vendere diamanti, sarà semplice, se vi affidate a loro e alla loro esperienza.

Prendere un appuntamento presso la loro sede di Roma è facilissimo.
Questo è il link di riferimento: prenota appuntamento

Gli esperti gemmologi sono disposti a ricevervi senza impegno; proporranno sempre la migliore quotazione di mercato, per il vostro maggior guadagno.

Presso il Banco Diamanti Roma, avrete davvero la massima valutazione, non solo dei vostri diamanti ma anche dei rubini, degli zaffiri, degli smeraldi.